fbpx

Che cosa è la trombosi venosa superficiale (TVS)?

images

 

La trombosi venosa superficiale o flebite è un coagulo di sangue che blocca totalmente o in parte una vena.

Più frequentemente colpisce gli arti inferiori.

Esistono due tipi di trombosi venosa a seconda della profondità delle vene colpite.

  1. La trombosi venosa superficiale (TVS) si forma in una vena superficiale, generalmente nella safena, si sente e si vede sottopelle. E’ una forma benigna di trombosi ma qualche volta si associa ad una trombosi venosa profonda.
  2. Si parla di trombosi venosa profonda (TVP), quando il coagulo si forma in una vena profonda

Le cause della TVS sono multiple:

  • Può apparire dopo un intervento chirurgico, un allettamento prolungato dopo una malattia, sotto un gesso posto su una gamba a seguito di una frattura.
  • Può comparire anche dopo un lungo viaggio. Molte volte non c’è una causa evidente.

La complicanza più grave della TVS è l’embolia polmonare.

Il coagulo che si è formato nella gamba si stacca e migra verso il polmone dove può bloccare un grosso vaso, è quella che si dice ‘’un’embolia polmonare’’.

I sintomi:

la TVS può manifestarsi con:

  • Un dolore alla gamba improvviso e difficoltà a camminare,
  • Pesantezza della gamba,
  • Gonfiore e dolore alla gamba,
  • Arrossamento

Altri sintomi possono comparire:

  • una leggera febbre sui 38°
  • una colorazione blu della gamba

Vi sono delle trombosi che danno pochi segni d’allarme e altre possono passare inosservate.

Che fare in caso di trombosi venosa?

In caso di sospetto di trombosi venosa è importante fare un esame ecocolordoppler. Se gli esami confermano la presenza di una trombosi venosa sarà prescritto un anticoagulante. Ci sono diversi anticoagulanti, per via orale o per via iniettiva. Per la forma orale vengono utilizzati i nuovi farmaci detti NAO (anticoagulanti orali diretti) che non richiedono controlli di sangue.

Nel caso di trombosi venosa superficiale, il trattamento da fare dipende dall’estensione del coagulo. Vi sono delle nuove tecniche che permettono di disostruire le vene attraverso la fibrinolisi insitu.

le-complicazioni-della-tromboflebite-300x136Cosa devo temere a lungo termine?

A parte il rischio alto di embolia polmonare, la trombosi venosa porta ad un’altra complicanza che può manifestarsi anche a distanza ed è la sindrome post trombotica. Questa è determinata dall’alterazione delle valvole venose. La trombosi venosa porta sempre alla distruzione delle valvole venose e a questo seguirà un’alterazione della circolazione con stasi venosa, edema, discromia della pelle, ipodermite e ulcera.

E’ pertanto necessario fare il trattamento per la trombosi il più velocemente possibile per evitare che si formi questa complicanza a livello valvolare.

 

Via Milano, 83 - Andria (BT) – Italia

Chiamaci al

Chiamaci al

0883 594850 - 347 3903801

Scrivici via email a

Scrivici via email a

francesco.pollice@tiscali.it

Richiedi un

Richiedi un

appuntamento ora

yoast seo premium free