Orari d'apertura : Lun-Ven 8:00/12:30 - 15:00/20:00
  Contatti : 0883 59 48 50 - 329 4166249

All posts by dr. Pollice

5 Vitamine che ogni donna dovrebbe prendere

La donna moderna molte volte è distratta da tanti problemi, ma dovrebbe tenere sotto controllo la sua situazione ormonale, gli esercizi e l’alimentazione. Per esempio, se fa esercizi ogni giorno, dovrebbe prendere degli integratori con vitamine e poi vegetali e frutta.

L’ambiente è pieno di sostanze tossiche e poiché il corpo invecchia sia fisicamente che mentalmente, è molto importante aggiungere degli integratori che rallentano il processo di invecchiamento e potenzialmente possono renderlo reversibile.

Vitamina D donne - veinclinicLa prima vitamina e la più importante, è la vitamina D che è un ormone. Molte persone sono in deficit di questa vitamina, infatti il 90% della popolazione ha un deficit di vitamina D. La vitamina D si forma per azione sulla pelle del sole ma molte volte non si forma in quantità sufficiente. La vitamina D rafforza il nostro sistema immunitario, le ossa, riduce l’infiammazione e soprattutto aiuta a combattere il cancro e le infezioni. Per chi è in deficit di vitamina D si può prendere una compressa a settimana che fa raggiungere livelli ottimali.

magnesio-vein-clinicUn secondo elemento molto essenziale per la salute delle donne è il magnesio questo minerale interviene nel corpo in 300 reazioni biochimiche diverse e aiuta a disintossicare, ridurre lo stress e ad abbassare la pressione. Il magnesio aiuta a rilassare i muscoli e quindi concilia il sonno. Anche il magnesio può andare sotto i livelli normali, ecco perché è importante aggiungere il magnesio come integratore ogni giorno. La quantità suggerita è di circa 200-400 mg al giorno.

 

probioticoUn terzo elemento molto importante è il probiotico. Se ne vedono tanti nei supermercati, ma a cosa servono i probiotici? I probiotici sono dei batteri presenti nell’intestino la cui funzione è quella di impedire lo sviluppo di candida o infezioni a livello del tratto urinario, della pelle e anche la stipsi. In più i probiotici sono molto utili per la pelle. Si sa che l’intestino è il secondo cervello del corpo. Quando hai l’intestino in salute non soltanto hai un intestino ben funzionante ma anche il tuo sistema immunitario è più forte. Se l’intestino non è sano non puoi assorbire i nutrienti di cui hai bisogno.

multivitamineUn’altra cosa molto importante è prendere delle multivitamine. Vi sono dei prodotti che contengono vitamine, minerali e amminoacidi. Ricordati, non tutte le vitamine sono uguali. Bisogna prendere le vitamine che sono ricche in principi attivi e ben assorbite a livello intestinale.

omega3Infine e non per ultimo prendere gli omega 3. Studi hanno mostrato, che un corpo con infiammazioni può sviluppare malattie o anche il cancro. Gli omega 3 aiutano a ridurre l’infiammazione in tutto il corpo. Essi agiscono positivamente anche sul cuore e sulle articolazioni. Anche gli omega 3 non sono tutti uguali, bisogna assicurarsi che provengano da sorgenti pure come il salmone, il tonno e lo sgombro.

Approfondisci

9 Semplici abitudini da adottare nel proprio stile di vita

chiama oggi stesso per un appuntamento

Per avere delle sane abitudini è opportuno prendere piccole decisioni ogni giorno. Ecco le principali buone abitudini per stare bene:

immagine_articolo2

 

 

 

 

 

 

immagine_articolo2

 

immagine_articolo3

 

 

 

 

immagine_articolo4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

immagina_articolo_5

 

 

 

 

 

 

immagine_articolo_6

 

 

 

 

 

immagine_articolo7

 

 

 

 

 

 
immagine_articolo_8

 

 

 

 

 

 

 

 

 

immagine_articolo_9

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.

 

Approfondisci

Il trattamento Prp

chiama oggi stesso per un appuntamento

vein-clinic-layout-26

 

 

 

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

7 Motivi della tua stanchezza

chiama oggi stesso per un appuntamento

La stanchezza può essere un segno di anemia, diabete, ipotiroidismo o epatite C. Una volta escluse le principali cause, bisogna considerare queste cause poco conosciute:

  1. Una dieta con cibo scadente

immagine_articolo_3Sono delle diete ricche in grassi idrogenati, grassi saturi, alimenti troppo elaborati oppure zuccheri aggiunti che possono ridurre la tua energia. Perciò è raccomandato orientarsi verso una dieta ricca di proteine – soprattutto pesce, noci, fagioli – con molta frutta e vegetali ogni giorno. Attenzione però ai cereali, questi carboidrati complessi stimolano l’insulina. L’insulina è un ormone che trasforma gli zuccheri in grasso. Più pesanti siamo, più alto è il livello dello zucchero nel sangue e più facilmente sviluppiamo una resistenza all’insulina (prediabete).

  1. Nutrienti perduti

Le pratiche industriali attuali, possono privare il terreno e quindi anche le piante, di minerali chiave che combattono la fatica. Perciò bisogna essere sicuri di prendere tutti i nutrienti necessari ed eventualmente aggiungere multivitamine e sali minerali. In particolare è consigliabile prendere supplementi per:

  • Selenio, importante per la funzione della tiroide nel metabolismo;
  • Iodio, presente nel sale iodato che molte persone affette da ipertensione o malattie cardiache evitano. Una condizione di basso livello di iodio, può causare
  1. salmoneNon abbastanza Omega 3

I pesci sono ricchi di Omega 3 ma molti di noi non ne mangiano abbastanza. È raccomandabile allora l’uso di almeno 1000 mg di Omega 3 al giorno. È da preferire l’olio di pesce perché le sue molecole sono quelle di cui l’organismo ha bisogno.

  1. Deficit di vitamina D

vitaminadLa vitamina D ci dà energia, bassi livelli di vitamina D causano stanchezza e depressione. La vitamina D e gli Omega 3 sono necessari per ogni singola cellula del corpo – incluse le cellule cerebrali – per lavorare meglio. Se i test di laboratorio indicano un basso livello di vitamina D, conviene prendere dei supplementi.

  1. Basso livello di magnesio

Ognuno di noi ha una quantità definita di magnesio – che serve per la produzione di energia – nelle ossa e nei muscoli. La gran parte delle persone prende con la dieta soltanto la metà del magnesio necessario. Il magnesio è perso dai nostri muscoli e ossa intorno ai 40-50 anni. Pertanto è raccomandabile prendere supplementi di magnesio in tutte quelle situazioni di insonnia, stanchezza, stipsi, crampi muscolari, dolori articolari, ansia e pressione elevata.

  1. Carenza di sonno

1496240792438-jpg-soffrite_di_insonnia__colpa_anche_del_cambiamento_climaticoLe difficoltà del sonno sono frequenti intorno ai 40-50 anni. E le ragioni della perdita di sonno sono: aumento di responsabilità e riduzione di livello di magnesio. Per le donne la menopausa, la premenopausa, la riduzione del livello di progesterone (un ormone femminile che aiuta il sonno) e le vampate di calore possono causare insonnia. Anche un cambiamento nel metabolismo della caffeina. Donne che hanno bevuto 2 tazze di caffè fin dall’età di 20 anni, intorno ai 50 anni non riescono a metabolizzare la caffeina, questa infatti può aver bisogno di 10 ore invece che 5 per essere metabolizzata. Per le donne quindi è opportuno bere solo una tazza di caffè al giorno prima delle 10.

  1. La vita sedentaria

    sedentarieta

Ironicamente non fare esercizi ci può far sentire più stanchi. Esercizi regolari possono darci energia e anche migliorare il nostro stato d’animo e tono muscolare.

Se non si riesce a cambiare la dieta o gli esercizi non migliorano la stanchezza dopo un paio di mesi è raccomandabile prendere:

  • Vitamine dal complesso B – queste aiutano il nostro corpo a produrre energia specie in momenti di stress.
  • Coenzima Q10 – questo fattore che aiuta a produrre energia nelle cellule, è a volte bloccato dalle statine (una sostanza per la malattia coronarica).

 

 

 

 

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

9 Miti sulle statine

chiama oggi stesso per un appuntamento

Le statine sono dei farmaci che aiutano ad abbassare il livello di colesterolo e prevenire cosi la malattia coronarica e altre vasculopatie. Le statine sono prescritte spesso, ma vi sono molte incomprensioni, specialmente quando si parla di sicurezza.

Mito n.1: le statine possono alterare la tua capacità a fare esercizi

Le statine e gli esercizi sono entrambi utili per la salute del cuore. Nel gruppo di persone che prende le statine vi è un 10% che possono avere dolori muscolari o debolezza. Se questo avviene e si pensa che siano le statine, si può chiedere al dottore di cambiare il tipo di statine.

fitness

Mito n.2: le statine possono causare danni ai muscoli e al cuore

Le statine sono state testate su milioni di pazienti e non vi è dimostrazione di danno al cuore. Tuttavia anche se non danneggiano il cuore le statine possono dare in un 10% di persone dolori muscolari, in questo caso conviene parlare con il medico riferendo questo sintomo di debolezza o di dolore muscolare.

statine

Mito n.3: devi evitare le statine se hai il diabete

Le persone affette da diabete beneficiano dell’uso della statina perché riduce il rischio di attacchi cardiaci e di ictus. Sebbene le statine possono alcune volte far aumentare lo zucchero nel sangue questo non inficia i benefici che le statine hanno. Se tu prendi le statine bisogna monitorare lo zucchero nel sangue, stare attento alla dieta e fare di routine degli esercizi.

statine1

Mito n.4: le statine causano disfunzione cognitive o demenza

Al contrario, studi recenti mostrano che le statine hanno un effetto protettivo contro le disfunzioni cognitive e la demenza. Sebbene nel 2012 l’ FDA americana ha riportato sul bugiardino : ‘’perdita di memoria e confusione sono stati riportati con l’uso di statina’’ studi più recenti mostrano invece che le statine hanno un effetto benefico sul cervello e possono prevenire la demenza specialmente se usate precocemente.

demenza

Mito n.5: gli integratori naturali sono più sicuri delle statine

I dottori non prescrivono gli integratori al posto delle statine perché non ci sono studi controllati sull’efficacia degli integratori nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Mentre per le statine ci sono prove della loro efficacia, per gli integratori non ci sono studi comprovanti l’efficacia. Gli integratori molte volte contengono ingredienti non citati nel foglietto illustrativo. Ricordati, non confondere ‘’naturale’’ per ‘’sicuro’’ o ‘’efficace’’.

integratori

Mito n.6: essere intollerante per le statine significa che tu non potrai mai assumere statine

Ricerche recenti hanno mostrato che le persone possono tollerare le statine cambiando il tipo di medicazione o cambiando le dosi.

Young woman doctor holding a tablet pc .

Mito n.7: le statine causano cataratta e danno epatico

È molto raro che le statine possano causare danni al fegato. Qualche osservazione ha mostrato che ci può essere rischio di cataratta ma sono necessari altri studi. Sebbene non ci sia prova che le statine possono causare cataratta, ci sono invece molte prove che possano prevenire la malattia cardiaca, perciò è importante guardare ai suoi effetti positivi. Ogni farmaco ha qualche effetto negativo.

effetti-cardiaci

Mito n.8: tutti devono prendere le statine

Le statine sono un trattamento per chi ha il colesterolo elevato e vanno prese se sono necessarie.


statine-2

Mito n.9: gli anziani non beneficiano dell’uso di statine

Le statine possono essere utili anche alle persone anziane, dipende dalle loro aspettative di vita. Anche la dieta è importante e gli esercizi, che si possono continuare insieme alla statina. Molte persone raggiungono un buon livello di colesterolo soltanto con gli esercizi.

anziani

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

La tua pelle sta invecchiando? 7 modi per prevenire le rughe

chiama oggi stesso per un appuntamento

Probabilmente sai che il sole è responsabile del prematuro invecchiamento della pelle. Ripetute esposizioni al sole danneggiano la pelle in vari modi, uno di questi è la rottura delle fibre di collagene. Il sole interferisce anche a livello cellulare nei processi riparativi della pelle. Combinando questi due fattori, ecco come il sole può farci sembrare più vecchi di quanto siamo realmente. Alcuni consigli:

1. Evita il sole

E’ il modo principale per prevenire le rughe. Vuoi abbronzarti un po’, usa uno spray abbronzante. Applica la protezione solare ogni giorno a cominciare dal mattino . E’ molto utile anche se stai in casa o esci per fare due passi.

sole

2. Usa creme idratanti

Evita profumi o prodotti che possono irritare la tua pelle. Cerca creme idratanti che contengono ceramidi e vitamine.

creme

3. Fai attenzione ai dolci e ai carboidrati

Lo zucchero e i carboidrati, possono far aumentare il livello della glicemia nel sangue, che stimola il rilascio di insulina. L’insulina ha un effetto infiammatorio sulla pelle e in tutto il corpo. Lo zucchero attacca le fibre elastiche e il collagene che rendono la pelle più morbida e giovanile. Il danneggiamento di queste fibre significa meno supporto per la tua pelle e quindi più rughe.

pasticcini01

4. Cerca aria fresca

L’inquinamento come quello prodotto dai fumi delle auto, danneggia la tua pelle. Se sei esposta a questo inquinamento ogni giorno, cerca di fare passeggiate nei parchi o dove ci sono spazi verdi.

inquinamento

5. Cerca di dormire abbastanza

Non dormire abbastanza può danneggiare la tua pelle. Fai almeno 6-7 ore di sonno per notte, cerca di alzarti presto ogni mattina e vai a letto sempre alla stessa ora.

Woman sleeping in bed. Woman sleeping isolated on white background.

6. Non fumare

Il fumo danneggia il cuore e i polmoni, ma anche la pelle. Il fumo produce una vasocostrizione dei vasi della pelle e questo, a lungo andare, danneggia le fibre collagene ed elastiche e si ha la formazione di rughe.

Smettere di fumare

7. Preferisci i grassi buoni

Bisogna mangiare grassi buoni, provenienti dall’olio d’oliva, frutta secca che nutrono la pelle. La tua pelle ama la frutta e le verdure ricche di antiossidanti. Idrata per bene la tua pelle bevendo molta acqua.

la-dieta-mediterranea

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

9 Miti sulla malattia cardiaca a cui non bisogna credere

chiama oggi stesso per un appuntamento

Man mano che la gente adotta stili di vita corretti e prende farmaci, si sono ridotti molto gli attacchi cardiaci e i problemi correlati alle coronaropatie. Persistono tuttavia alcuni miti sulla malattia del cuore e sulla prevenzione.

Ecco i 9 errori più comuni:

  1. geneticaMito: avrai una malattia cardiaca se questa è presente nella tua famiglia

La genetica ha certo un ruolo molto importante nello sviluppo della malattia cardiaca. Comunque il 90% delle malattie dipendono da uno stile di vita sbagliato come può essere una dieta non corretta, il fumo, nessuna attività fisica. Queste cattive abitudini possono far aumentare il livello di colesterolo e dei trigliceridi, la pressione arteriosa e sviluppare la sindrome metabolica o il diabete tipo 2. Tutti questi problemi aumentano il rischio di malattia cardiaca. Se tu sei geneticamente predisposto al colesterolo alto, alla pressione o al diabete è molto importante seguire uno stile di vita corretto, prendere i farmaci che controllano queste malattie, in questo modo si può evitare o ritardare un attacco cardiaco.

  1. Tu puoi abbassare gli alti livelli di LDL attraverso la dieta soltanto.

shutterstock-298731920-161220122137_big Se il tuo livello di LDL è molto alto devi prendere le statine. Il fegato produce il 75% del colesterolo nel nostro corpo e la dieta è responsabile soltanto per il 25% del colesterolo. Una dieta corretta può abbassare l’LDL ma è importante aggiungere una statina se il livello di LDL è molto alto o c’è una storia di coronaropatia.

  1. Se la tua pressione è elevata, te ne accorgi.

La pressione elevata viene chiamata ‘’Kilpressioneler silenzioso’’. L’ipertensione non produce sintomi fino a che non c’è un attacco cardiaco o un ictus. Tu puoi scoprire l’ipertensione soltanto misurandola con l’apparecchio.

E’ una buona idea controllare la pressione anche a 20 anni specie se l’ipertensione è un fatto familiare.

  1. I grassi sono dannosi per il tuo cuore.

Ci sono 4 tipi di grasso nei nostri alimenti e non tutti sono dannosi. I grassi idrogenati sono i peggiori. Questi grassi presenti in molti prodotti da forno, fanno aumentare il colesterolo LDL, così anche i grassi saturi che derivano dagli animali come la carne rossa e il burro. Rimpiazzando i grassi saturi con grassi più sani o polinsaturi, si può abbassare il livello dell’LDL.dieta

  1. Alcuni ‘’super alimenti’’ possono prevenire la malattia cardiaca.

Nessun alimento può prevenire la malattia cardiaca, sebbene alcune diete aiutano. Alimenti come mirtilli, melograno, noci, pesce sicuramente utili per la salute del cuore non possono impedire la comparsa della malattia cardiaca. Comunque la dieta mediterranea ricca di legumi, vegetali, pesce, frutta e olio d’oliva ha mostrato di abbassare molto il rischio di malattia cardiaca.

  1. Due o tre ore di vigoroso esercizio fisico per settimana, assicurano un cuore sano.

Comunque per abbassare il rischio di malattie coronariche sono necessarie almeno 5-6 sessioni di moderata, vigorosa attività fisica per settimana.

attivita-fisica

Non è necessario che tu sia uno sportivo impegnato per ottenere benefici dell’attività fisica, però bisogna abbandonare il divano e muoversi. Il tuo cuore beneficerà di qualsiasi attività fai, più ne fai, meglio è.

Fai le scale invece di prendere l’ascensore.

Vai a piedi in ufficio o a fare la spesa, fai almeno 30 minuti al giorno di attività e il tuo cuore ti ringrazierà.

  1. L’intervento di by pass aortocoronarico o lo stenting bloccano la malattia coronarica.

L’intervento di by pass o lo stenting delle coronarie migliora la circolazione al cuore e si previene altri infarti. La malattia aterosclerotica tuttavia continua ad andare avanti.

  1. Lo stenting è più sicuro dell’intervento di by pass.

Non vi è dubbio che l’intervento di by pass aortocoronarico è un intervento maggiore. Tuttavia se eseguito da un chirurgo esperto, in un ambiente adeguato, il rischio operatorio è meno dell’1%.

Lo stenting è meno invasivo dell’intervento chirurgico e il paziente si riprende subito. Se fare una procedura o l’altra dipende dal giudizio del cardiologo.

  1. Le donne non devono preoccuparsi della malattia cardiaca.

Gli uomini hanno la malattia cardiaca e attacchi di cuore in età più giovane delle donne. Ma dopo la menopausa il rischio è uguale per uomini e donne.woman-with-heart

Il problema è che le donne sono più propense ad andare da un ginecologo piuttosto che da un cardiologo. Le donne devono dunque fare un check-up dalla testa ai piedi periodicamente, in questo modo possono essere identificate precocemente alterazioni cardiache.

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

Bere acqua migliora la circolazione

chiama oggi stesso per un appuntamento

Bisogna bere, per attenuare la sete. Quando si vuole conoscere quanta acqua bere ogni giorno, le opinioni sono diverse. Bisogna bere 2l di acqua al giorno, o meno? Oppure bisogna bere quando si ha sete?

La quantità di acqua da bere dipende dal nostro metabolismo, dal livello di attività, dalla temperatura dell’ambiente e dall’età. Occorre guardare la quantità e il colore delle urine, se sono chiare va bene, se sono scure o gialle vuol dire che bisogna bere di più.

Anche la dieta conta molto, se si mangia molta frutta e verdure possiamo dire di aver soddisfatto un 20% dei nostri bisogni di acqua. La quantità di liquidi aumenta quando sudiamo o abbiamo la febbre, perché così perdiamo molta acqua attraverso la pelle.

vein-clinic-layout-24

 

 

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

5 Strategie che ci aiutano a bloccare la fame nervosa

chiama oggi stesso per un appuntamento

Non lasciare che le emozioni ti spingano a prendere brutte abitudini alimentari.

Un pezzo di torta, poi ancora una fettina, fino a neutralizzarla. Poi biscotti o i salatini. Un cornetto o un pezzo di pizza o di formaggio. Tutto questo magari dopo cena. La fame nervosa cattura anche dopo i pasti, quando si è sazi. Si mangia senza sosta per stress, per compensare un malessere, un momento di nervosismo. Una brutta abitudine che immagine_articoloporta a ingurgitare cibo senza controllo e che fa ingrassare. Pochissimi vogliono mangiare tanto e certamente nessuno vuole esagerare con il cibo per poi sviluppare obesità o altre patologie. Per evitare di assumere cibo come droga, dobbiamo fare attenzione a cosa mettiamo nel piatto. Sono soprattutto alcuni cibi come zucchero, grassi, carboidrati raffinati a creare dipendenza. Nessuno diventa ‘’dipendente dalle zucchine’’ i colpevoli di questo fenomeno sono i cibi raffinati pieni di calorie, che troviamo dappertutto. Le persone pensano che la sensazione di sazietà emerge quando lo stomaco è pieno, ma lo stomaco ha sempre dello spazio in più. La sazietà invece nasce nel nostro cervello. Ecco alcuni consigli da seguire:

  1. immagine_articolo_2Cura il problema alla radice

Una cattiva giornata o una lite con un tuo amico sono delle cose di breve durata, ma la fame emotiva può dipendere da cause più profonde. Queste includono uno stress cronico, la rabbia a lungo repressa, la depressione e altri problemi. Se sono queste le cause bisogna rivolgersi ad un medico da cui avere consigli.

  1. Chiediti perché stai mangiando

Quando tu ti avvicini al frigo oppure a un distributore automatico fatti questa domanda: ho veramente fame? È molto facile cedere a questa ‘’fame nervosa’’, ma ponendo a se stessi questa domanda, alla fine capisci la motivazione vera e puoi decidere: NO, NON HO VERAMENTE FAME e vai via.

  1. immagine_articolo_3Cambia il tuo cibo dannoso

Se tu hai un sacchetto gigante di patatine tra le mani è probabile che mangi tutto il sacchetto. Questo si verifica perché mangiando questi snack aumentiamo il livello dell’ormone dello stress, il cortisolo.

Se lo stress, la rabbia o la tristezza ti spingono verso i dolci ricordati che questi cibi non fanno altro che peggiorare la tua condizione. Come alternativa al tuo dolce preferito, caramelle o torte prendi un frutto; è molto meglio mangiare frutta e verdure.

  1. immagine_articolo_4Scegli gli alimenti che combattono lo stress

Ti sei mai domandato perché le persone offrono il tè in situazioni di stress emotivo? Perché il tè contiene degli antiossidanti, e anche un aminoacido chiamato L-teanina, che aiuta ad abbassare il livello dello stress. Scegli il salmone e altri pesci ricchi di omega 3 che conciliano il sonno e sono utili anche a prevenire la depressione. La lista va avanti con la cioccolata fondente (con il 70% di cacao), cereali, legumi, vegetali, frutti: sono tutti alimenti che contribuiscono a mantenere una mente sana.

  1. immagine_articolo_5Prepara spuntini di emergenza

Preparati delle porzioni di verdure e frutta in un contenitore da usare in ogni circostanza e se per caso ti viene fame.

Sono molti i ‘’trucchi’’ che possono ‘’ingannare il cervello’’ e aiutare la nostra salute; bisogna ricordarsi che la sensazione di sazietà nasce non nello stomaco ma nel nostro cervello.

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.

Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.

Approfondisci

6 Cose da conoscere prima di fare un trattamento con filler

chiama oggi stesso per un appuntamento

Il miglior modo per ottenere un volto più fresco e più giovane. Essere giovani a qualsiasi età.

  1. Conoscere bene qual è la casa farmaceutica che produce il filler

immagine_articoloLe principali aziende che producono fillers sono: Allergan, Teoxane, Galderma. Bisogna ridurre il rischio di usare prodotti non buoni e potenz.ialmente pericolosi. Con queste aziende si è sicuri.

  1. Rifiuta le offerte e gli sconti.

 Se il prezzo è basso si può avere un prodotto con un dosaggio diluito, inoltre possono essere prodotti importati da altri paesi che non offrono le stesse garanzie di sicurezza. Molti prodotti possono essere contraffatti o anche essere conservati male.

  1. Evitare antiaggreganti prima dell’iniezione.immagine_articolo1

Tutti i farmaci antiaggreganti (aspirina, Plavix…) sono da evitare prima di eseguire il filler perché portano alla formazione di macchie o bruciore, specie se l’ago punge un piccolo vaso. Sono da evitare anche gli antiossidanti, le vitamine almeno una settimana prima, perché possono aumentare la fragilità dei piccoli vasi e bloccare la coagulazione.

  1. Una visita è importante.

Conviene essere guidati da uno specialista prima di eseguire la procedura in modo che venga descritta tutta la procedura come si svolge. Vi possono essere interazioni con antibiotici tipo Gentamicina.

  1. L’ecchimosi possono essere evitate

E’ molto importante il punto in cui si fa l’iniezione perché vi può essere la puntura di un vaso e fuoriuscita di sangue che si raccoglie sottocute e quindi provoca la macchia.immagine_articolo2

  1. Non tutti i filler sono uguali.

Tutti i filler attuali sono fatti di Acido Ialuronico approvati dal FDA americana. Usare solo filler riassorbibili così dopo un anno non vi è più traccia nella cute. Sono da evitare impianti permanenti o difficilmente riassorbibili.

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci