Orari d'apertura : Lun-Ven 8:00/12:30 - 15:00/20:00
  Contatti : 0883 59 48 50 - 329 4166249

Archive for marzo 2017

Una buona dieta può aiutarti a vivere più a lungo

chiama oggi stesso per un appuntamento

I ricercatori definiscono una ‘’dieta sana’’ una dieta contenente grandi quantità di frutta, verdure, pesce, frutta secca, senza alcol e con poca carne rossa. Ciò che cucini può aiutarti a vivere più a lungo.dieta

articolo_pollice1

Ecco alcuni consigli utili:

  1. Evitare cibi ad alto contenuto glicemico o alimenti ricchi di zucchero e carboidrati.
  2. Limita la carne lavorata come insaccati, salami, prosciutto. Essi contengono molti conservanti.
  3. Limita la carne rossa.
  4. Non riusare oli o grassi per la cottura. Gli oli infatti durante la cottura si ossidano generando radicali tossici.
  5. Limita l’alcol. Le bevande alcoliche sono ricche in calorie e producono anche radicali acidi. Puoi bere 1-2 bicchieri di vino al giorno.
  6. Usa soprattutto alimenti ricchi di betacarotene, licopene, luteina, comprendente broccoli, carote, pomodori, cavolfiori, mango. Questi alimenti possono essere integrati in vari piatti.
  7. Usa come dessert non dolci, bensì frutta come mele, ciliegie, uva, kiwi, more, lamponi, fragole.
  8. Prendi delle noci e altri frutti ricchi di vitamina E.
  9. Usa dei super-alimenti antiossidanti come prugne, uva passa, mirtilli, fichi, arance, melograno, spinaci, bietole, cavolo verde, pomodori.

articolo_pollice2

 

 

 

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

Le 5 domande più comuni sul trattamento delle vene

chiama oggi stesso per un appuntamento

Se non si conoscono bene le vene, è molto importante sapere quali sono i sintomi più comuni delle varici. Avere delle risposte a queste domande è essenziale per la salute e per il benessere personale.

  1. Come faccio a sapere se le mie vene devono essere trattate?

Le varici possono essere visibili sulla pelle ma molte volte sono più profonde. Ciò che prima è visto come un fatto cosmetico può diventare un problema di salute se non trattato. Sintomi come stanchezza, bruciore, affaticamento, edema, sono tutti segni possibili di una malattia venosa.

  1. esercizioPosso fare qualcosa per prevenire la malattia venosa prima che essa inizi?

Mantenere un buono stile di vita previene la malattia venosa. Esercitarsi regolarmente aiuta il sangue a scorrere facilmente nelle vene così anche un peso normale è importante come azione preventiva.

  1. Quali sono i modi migliori per trattare le vene varicose e qual è il trattamento migliore per me?

Poiché ogni paziente è diverso l’uno dall’altro e così anche è diverso il livello di malattia venosa da persona a persona, il tipo di trattamento dipende dallo stato della malattia. I due più comuni trattamenti sono il laser endovenoso e la scleroterapia.

  1. Quali sono gli effetti locali del trattamento delle vene?

Un paziente che ha avuto un trattamento con ablazione termale endovenosa o con scleroterapia, può riprendere la strattamento_veneua vita normale dopo poco. Bruciore e dolenzia sono gli effetti locali più comuni che comunque scompaiono dopo pochi giorni. L’importante è sapere che ogni paziente è diverso dall’altro, è bene parlare con il medico e farsi spiegare le possibili complicanze e i rischi associati a ciascun trattamento.

  1. Cosa succede dopo che ho fatto il trattamento delle vene?

Con il trattamento delle vene si ha il miglioramento del dolore e della pesantezza. Nel nostro centro abbiamo un programma di follow up designato specificatamente per ogni paziente in maniera da avere un ottimo risultato anche a lungo termine.

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

Le vene varicose.Come trattarle?

chiama oggi stesso per un appuntamento

Le vene varicose sono delle vene dilatate che appaiono come dei filamenti e sono di colore blu o rosso. Alcune volte si formano sotto pelle e non sono visibili. Le persone che soffrono di questa condizione hanno spvene_varicoseesso una storia familiare di vene varicose. Frequentemente appaiono durante la gravidanza o in chi fa dei lavori che obbligano a stare in piedi per lunghi periodi di tempo: come le infermiere o insegnanti.

Le vene varicose sono causate da valvole malfunzionanti all’interno della vena. Quando queste valvole si alterano o si rompono il sangue refluisce in basso. La forza di gravità fa sì che le vene si riempiano di sangue, si gonfiano e diventano tortuose.

A parte l’aspetto non piacevole, gli effetti collaterali di queste vene varicose includono dolore, pesantezza, bruciore, edema, crampi, stanchezza. Questi sintomi peggiorano con il tempo.vene_1

Come devono essere trattate le vene varicose?

Nella nostra clinica i medici usano sia il trattamento laser endovenoso sia la scleroterapia con guida ecografica. Il trattamento laser endovenoso, chiamato EVLT, è un trattamento mininvasivo che non richiede ospedalizzazione e non ha le complicanze della chirurgia. L’intera procedura dall’inizio alla fine richiede circa un’ora e non c’è dolore o quasi.

vene_2Per le vene più larghe i nostri medici usano la scleroterapia sotto guida ecografica. La guida ecografica fa si che venga iniettato lo sclerosante nel preciso punto dove e necessario il trattamento. Una volta che la vena si è chiusa il sangue viene deviato da queste vene anormali verso vene ben funzionanti. Successivamente le vene trattate sono assorbite dall’organismo. Anche i capillari e le varicosità possono dar fastidio e non trattate, peggiorano.

 

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

La dieta mediterranea per un cervello sano e più giovane

chiama oggi stesso per un appuntamento

La dieta mediterranea previene la perdita di memoria e può anche prevenire l’Alzheimer. E’ stimato che ci sono 47 milioni di persone nel mondo affette dal morbo di Alzheimer e questo numero è destinato a crescdieta_1ere verso il 2050. Non vi sono cure, non c’è un reale trattamento per questa malattia, però vi sono alcune cose che aiutano a prevenire la perdita di memoria: esercizio, educazione, non fumare, curare alcune malattie croniche come il diabete, essere socialmente attivo, prendersi cura della salute mentale facendo una dieta sana.

dieta_2Con l’età il cervello tende a ridursi e così anche aumenta il rischio di demenza, ictus e Alzheimer. Ognuna di queste patologie è associata sempre ad una perdita di memoria. Gli scienziati sanno bene che: chi si esercita regolarmente, fa una dieta sana, non fuma, è mentalmente stimolato, ha un cervello più sano rispetto a chi non fa una dieta sana e non fa alcun esercizio.

In Inghilterra sono state osservate le abitudini alimentari di un gruppo di pazienti tra i 73 e 76 anni che sono stati seguiti per circa 3 anni. In questo periodo è stata eseguita una risonanza magnetica del cervello e della corteccia e si è visto che chi seguiva una dieta mediterranea aveva undieta_3a riduzione minore del volume cerebrale rispetto a quelli che non la seguivano. Alla fine di questo studio comparso sulla rivista Journal of Neurology, gli autori hanno concluso che la dieta mediterranea (include anche 1-2 bicchieri di vino) può aiutare a mantenere più giovane il cervello di circa 10 anni. La dieta mediterranea è relativamente facile da seguire. Essa consiste nel fare dei piatti con prodotti provenienti dalle piante e quindi vegetali, frutta, legumi. Si può mangiare pesce o pollame due volte alla settimana; è consigliabile un bicchiere di vino al giorno. Ciò che bisogna limitare è la quantità di carne e di latticini e cucinare con molto olio invece che burro.

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci

I 6 numeri da conoscere sulla salute del cuore

chiama oggi stesso per un appuntamento

Ci sono dei numeri da conoscere sul cuore. Scopri quali sono i tuoi numeri e come dovrebbero essere.

  1. Colesterolo Ldlarticolo_pollice1

Sono lipoproteine a bassa densità (colesterolo cattivo) e sono la maggiore causa di occlusione delle coronarie. Sono responsabili del blocco delle piccole e medie arterie del nostro corpo.

Controlla bene il tuo colesterolo LDL e fallo rientrare nella norma.
  1. Indice di massa corporea (Bmi)

 Il BMI calcola la quantità di grasso del nostro corpo basandosi sull’altezza e il peso. Più alto è il BMI più grande è il rischio di malattia cardiaca, ictus, ipertensione e diabete.

articolo_polliceControlla se il tuo BMI rientra nel range normale.

Esempio:

Se il vostro peso è 80 kg e siete alti 185 cm, il vostro B.M.I. è:  80/ (1,85 x 1,85) = 23,4

Il vostro peso corporeo si colloca nella fascia “Normopeso”

  1. Circonferenza addominale

Devi sapere che avendo una figura a ‘’mela’’ dove il grasso si accumula a metà del corpo e una figura a ‘’pera’’ dove il grasso sta soprattutto intorno ai fianchi.perdere-peso-con-mela

Controlla la tua circonferenza addominale perché se è elevata è a rischio di malattia cardiaca.

I valori di riferimento sono: per un uomo inferiore a 100cm e per la donna inferiore a 88cm.

  1. Trigliceridi

Molte persone pensano che i trigliceridi non sono dei grassi. Ma alti livelli di trigliceridi sono la causa di malattie delle coronarie specie nelle donne.

Controlla i tuoi livelli di trigliceridi e impara come tenerli bassi.

  1. Pressione arteriosaPressione-arteriosa-come-misurarla-3

La pressione arteriosa aumenta (ma non sempre) con gli anni. La pressione elevata il più delle volte è silente (silent killer) e aumenta il rischio di malattie cardiache e di ictus cerebrale.

Controlla i valori della tua pressione arteriosa e impara come tenerli bassi.
  1. Glicemia alta a digiuno

COME COMBATTERE LA DIPENDENZA ALLO ZUCCHEROQuando il tuo corpo non riesce a sintetizzare insulina o questa non funziona, lo zucchero aumenta nel sangue danneggiando arterie e nervi.

Controlla qual è il tuo livello di glucosio a digiuno e sii consapevole dei rischi di malattia cardiaca e ictus.

 

 

 

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.
Approfondisci