Orari d'apertura : Lun-Ven 8:00/12:30 - 15:00/20:00
  Contatti : 0883 59 48 50 - 329 4166249

Archive for agosto 2016

7 Segreti per tenere sano il tuo Rene

Il rene non va mai in vacanza. Lavora 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana per pulire il sangue. Ogni giorno 190 litri di sangue sono filtrati da milioni di filtri renali. Tutto il 7 Segreti per tenere Sani i tuoi Renisangue dell’organismo circola nel rene 12 volte per ora. Soltanto lo 0,1% del sangue filtrato diventa urina. Si può vivere normalmente anche soltanto con il 20% del rene funzionante.

La pressione elevata, il diabete o una storia familiare di insufficienza renale pone un italiano su tre a rischio di sviluppare una malattia renale. Ma anche se tu non fai parte di queste categorie a rischio, è essenziale che ti prendi cura di questi organi così importanti.

Tu puoi fare un certo numero di cose per far funzionare bene i tuoi reni e conservarli sani il più a lungo possibile.

  1. 7 Segreti per tenere Sani i tuoi ReniIdratali, ma senza strafare.

Contrariamente alla credenza popolare, non c’è uno studio che dimostri che una iperidratazione possa migliorare la funzionalità renale. Comunque è sempre una buona idea bere acqua, però non più di 4/5 bicchieri al giorno, possono essere di aiuto al rene a svolgere meglio il suo lavoro.

  1. 7 Segreti per tenere Sani i tuoi ReniMangia cibi sani.

I tuoi reni possono tollerare un’ampia varietà di abitudini alimentari. In genere i problemi al rene derivano da altre patologie mediche come la pressione arteriosa elevata e il diabete. Pertanto conviene mangiare moderatamente e controllare il peso e la pressione arteriosa. La prevenzione del diabete e della pressione elevata conserverà i reni in buone condizioni.

fitness

  1. Fai esercizi regolarmente.

Anche se sei in buona salute, fare esercizi è una buona idea come lo è avere buone abitudini alimentari. L’attività fisica aiuta a ridurre il peso e mantenere bassa la pressione arteriosa. Quanto esercizio fare dipende dall’allenamento anche qui è necessario seguire una via di mezzo.

  1. Fare attenzione a usare tisane o altri infusi di erbe.

Un eccesso di infusi o tisane può essere dannoso. Valutare con il medico l’uso di queste preparazioni.

  1. smettere-di-fumareSmetti di fumare.

Il fumo danneggia i vasi e quindi si riduce il flusso di sangue ai reni. Se i reni non ricevono un’adeguata quantità di sangue non funzionano a livelli ottimali. Fumare inoltre aumenta il rischio di ipertensione e di tumore al rene.

  1. Non eccedere nell’uso di farmaci per altre patologie.

Alcune compresse come ibuprofene e naprossene possono causare danni renali se usati per molto tempo come antidolorifici. Se la funzionalità renale è buona e usi questi farmaci occasionalmente non c’è rischio. Ma se ci sono dei dolori cronici come per artrite è meglio consultare il medico e monitorare la funzionalità renale o trovare alternative per controllare il dolore.

  1. Se sei un soggetto a rischio controlla regolarmente la funzionalità renale.

Se hai diabete o pressione elevata è meglio controllare la funzionalità renale periodicamente.

Riassumendo :

in genere i reni possono ammalarsi secondariamente a patologie di altri organi , perciò è molto importante per mantenere i reni sani, prendendosi cura del corpo in modo da evitare malattie che possono danneggiare il rene. Mangiare cibi sani, ridurre il sale, fare esercizio regolarmente, controllare il peso. Queste regole non sono specifiche per il rene, però aiutano a mantenere il corpo in ottime condizioni.

Approfondisci

Combattere il colesterolo a tavola

chiama oggi stesso per un appuntamento

Il colesterolo è una molecola di grasso che si trova nel sangue. E’ utile per costruire delle cellule sane, ma se il suo livello è alto può dare malattie al cuore. Con il colesterolo alto si sviluppano dei depositi di grasso nei vasi, questi depositi possono ostacolare o impedire la circolazione del sangue nelle arterie. Il cuore ha bisogno di sangue fortemente ossigenato per cui diventa a rischio di infarto. La riduzione dCOMBATTERE IL COLESTEROLO A TAVOLAella quantità di sangue al cervello causa l’ictus. Sebbene il colesterolo elevato può essere ereditato, più spesso, è il risultato di uno stile di vita non corretto e perciò prevedibile e trattabile. Una dieta corretta, esercizi regolari e un farmaco può ridurre i livelli alti di colesterolo. La prima scelta alimentare che aiuta a combattere il colesterolo è ridurre il consumo di acidi grassi saturi (presenti in carni grasse e insaccati). Altri grassi invece sono alleati nella lotta contro il colesterolo. Si tratta in particolare degli Omega 3 presenti nel pesce (come il salmone e il tonno) e i grassi contenuti negli oli vegetali ( soprattutto nell’olio extravergine di oliva). Ridurre infine il consumo di alimenti ricchi di colesterolo come formaggio e molluschi.

Sintomi e cause

Il colesterolo elevato non dà sintomi. Per poterlo scoprire bisogna fare un esame di sangue. E’ prevedibile che sia alto se c’è diabete, fumo, pressione elevata e una storia familiare.

Cause

Il colesterolo è trasportato nel sangue da delle proteine e il complesso colesterolo e proteina si chiama lipoproteina. Vi sono :

  • Low density lipoproteine (LDL) E’ il colesterolo ‘’cattivo’’ l’LDL si deposita nelle arterie rendendole più dure e stenotiche.

  • High density lipoproteine (HDL) E’ il colesterolo ‘’buono’’. Fattori sotto il nostro controllo come attività, giusto peso, dieta corretta contribuiscono ad aumentare l’HDL.

colesterolo_1

Fattori di rischio

I fattori che contribuiscono ad aumentare il livello di colesterolo, includono:

  • Dieta sbagliata. Si mangia molta carne, grassi, latte non scremato, latticini.

  • Obesità. avere un indice di massa corporea (BMI) sopra i 30 espone al rischio di colesterolo elevato.

  • Circonferenza addominale. Quando la circonferenza supera i 102 cm per l’uomo e 89 cm per la donna si è nella zona rischio.

  • Mancanza di esercizio. L’esercizio aiuta ad aumentare il livello di HDL (il colesterolo buono).

  • Fumare. Il fumo danneggia le pareti arteriose predisponendole ad accumulare grasso. Fumando si abbassa anche il livello di HDL (colesterolo buono).

  • Diabete. Produce un innalzamento dell’LDL, inoltre il diabete danneggia lo strato interno delle arterie.

Complicanze

colesteroloIl colesterolo elevato causa l’aterosclerosi che non è altro che accumulo di grasso nelle pareti delle arterie. Questi depositi o placche riducono il flusso di sangue nelle arterie e questo può produrre:

  • Dolore toracico. Se il lume delle arterie che irrorano il cuore –le coronarie- si riduce per la presenza di placche si ha dolore toracico (angina)

  • Infarto miocardico. Si ha quando una coronaria si chiude e quindi vi è blocco del flusso di sangue al muscolo cardiaco

  • Ictus. E’ come l’infarto, quando un’arteria cerebrale si chiude per un coagulo si ha l’ictus.

Quali sono i valori di riferimento?

Colesterolo totaleal di sotto di 200mg/dl
Colesterolo LDLal di sotto di 70mg/dl
Colesterolo HDLal di sopra di 60mg/dl
Trigliceridial di sotto di 150mg/dl

Trattamento

Oltre ad uno stile di vita corretto, vi sono dei farmaci:

  • Statina blocca la formazione e aiuta il riassorbimento di colesterolo dal sangue. Si può scegliere tra Atorvastatina, Fluvastatina, Pravastatina, Rosuvastatina.

  • Inibitori dell’assorbimento del colesterolo. Agiscono sull’intestino limitando l’assorbimento del colesterolo presente negli alimenti. La più importante è l’ezetimide che si può associare anche alle statine.

Farmaci per i trigliceridi: i principali sono gli omega 3 e i fibrati.

Bambini e colesterolo

Le più recenti linee guida consigliano di fare un controllo tra i 9 e gli 11 anni e poi un test fra i 17 e i 21 anni. Se il bambino ha una famiglia con storia di malattie cardiache, obesità o diabete è consigliabile ripetere più frequentemente i test.

Tolleranza ai farmaci

La tolleranza ai farmaci varia da persona a persona. Gli effetti negativi più comuni sono: crampi muscolari, dolore allo stomaco, stipsi, nausea, diarrea. Conviene monitorare questi farmaci con test di funzionalità epatica.

chiama oggi stesso per un appuntamento

Approfondisci

Qual’è la dieta ideale per prevenire le malattie coronariche?

Il consumo dello zucchero è aumentato nel mondo in maniera progressiva. Per fare un esempio nel 1915 il consumo di zucchero per persona nei paesi dell’Europa frutta-e-vegetalioccidentale e in America era di circa 21kg/anno, questa quantità è andata progressivamente aumentando ogni anno fino ad arrivare nel 2000 a circa 70 kg/anno. Quindi più del doppio ed è qualcosa che continua sempre ad aumentare. Ma l’uomo non è geneticamente predisposto a consumare tanto zucchero! Tutto questo ha portato ad un aumento dei valori di glicemia il quale è associato ad un aumento delle:

  •  Malattie coronariche

  • Diabete e resistenza all’insulina

  • Abbassamento delle lipoproteine HDL (colesterolo buono)

  • Aumento dei trigliceridi

In più beviamo molte bibite ad alto contenuto calorico. Come possiamo vedere dall’esempio: in una bottiglia c’è la bibita che contiene circa 12g di zucchero per 100ml e nell’altra la quantità di zucchero contenuta in questa bottiglia.

la dieta ideale per prevenire le malattie cardiovascolari

Un ottimo consiglio è bere semplicemente acqua:

  • Da 1 a 2 litri al giorno

  • Aumentare di mezzo litro per compensare l’acqua persa durante esercizi fisici

  • Bere acqua prima di aver sete.

I benefici del bere acqua sono tanti: è più facile eliminare le tossine dal corpo; riduce il senso di fame; aumenta l’energia; accelera il metabolismo; riduce la cellulite e la ritenzione idrica.

Al grande consumo di zucchero si aggiunge una specie di istinto ancestrale nato nei lunghi periodi di carestia che ci porta ancora oggi a:

  • Mangiare qualsiasi cibo disponibile e quanto più possibile

  • Mangiare cibi ad alto contenuto calorico (dolci, amidi, grassi)

  • Mangiare salato

  • Evitare dispendio di energie non necessarie

Questo istinto, in un periodo di abbondanza come quello attuale, con il cibo presente ovunque, ci porta a consumare più del necessario. Inoltre invece di salire le scale a piedi preferiamo il comodo ascensore.

la dieta ideale per prevenire le malattie cardiovascolariLa carne: è buona o è tossica?

Vegetariani o carnivori?

Le proteine sono necessarie per la vita delle cellule quindi non dobbiamo evitarle, ma è preferibile prendere le proteine provenienti dai pesci che contengono anche omega 3 (salmone, merluzzo, pesce azzurro).

Dobbiamo dunque preferire alimenti nutrienti a basso indice glicemico come la frutta e i vegetali, per esempio:

-Spinaci – Mele

-Arance – Pomodori

-Frutta secca – Frutti di bosco

-Kiwi – Prugne

In conclusione, per avere un cuore sano:

1 Conosci la tua storia familiare (se vi è predisposizione, stare attenti!)

2 Mangia frutta secca

3 Sali le scale a piedi e fai 30 minuti di esercizi più volte a settimana

4 Mantieni un ottimo peso

5 Fai un controllo medico ogni anno.

Approfondisci

Come combattere la dipendenza dallo zucchero in 10 giorni

COME COMBATTERE LA DIPENDENZA ALLO ZUCCHERO

Lo zucchero. Noi lo amiamo, ma fa male allo nostra salute e al nostro giro vita.

Quantità di zucchero che mangiamo ogni giorno:Cosa ci consigliano gli esperti:
Gli adulti consumano circa 22 cucchiaini di zucchero al giornoLimitare lo zucchero a 5 cucchiaini al giorno per le donne e 9 cucchiaini al giorno per gli uomini
I bambini consumano anche più di 34 cucchiaini al giornoI bambini devono consumare non più di 4 cucchiaini al giorno

 

coca-colaOgni cucchiaino di zucchero = 4 grammi

Per esempio una lattina di bibita da 33cl = 10 cucchiaini di zucchero

 

 

Elimina lo zucchero dalla tua dieta e puoi ridurre anche:

  • Reflusso acido;
  • Emicrania;
  • Dolori articolari
  • Colon irritabile;
  • Ansia e stress;
  • Allergie;
  • Stanchezza.

Secondo l’opinione della Società di Diabetologia l’aumentato consumo di zucchero è la principale causa delle malattie degenerative.

 

Come si blocca la dipendenza dallo zucchero

Fai questo per 10 giorni di seguito per disintossicarti velocemente:

1.  Prendi una decisione

Impegnati in questa opera di disintossicazione per 10 giorni. Questi cambiamenti resettano il tuo cervello e il tuo corpo.

2. Stop a tutte le forme di zucchero:COME COMBATTERE LA DIPENDENZA ALLO ZUCCHERO

farinacei, dolcificanti, cibi preparati.

3. Non bere calorie

Elimina tutte le bevande contenenti zucchero (succhi di frutta, tè)

4. Aggiungi proteine ad ogni pasto

Includi uova, nocelle, pesce, pollo.

5. Mangia i giusti carboidrati

   Verdure come asparagi, zucchine, funghi, fagioli, pomodori, melanzane, finocchi e peperoni.

6. Includi i grassi buoni ad ogni pasto

COME COMBATTERE LA DIPENDENZA ALLO ZUCCHEROSono presenti nelle nocelle, avocado e pesce che contiene anche Omega3.

7. Gestisci il tuo stress

Quando sei stressato il cortisolo aumenta e questo può aumentare la fame e il bisogno smodato di zucchero.

8. Elimina il glutine e i latticini

Non è facile ma dopo 2 o 3 giorni senti di avere più energia.

9. Sonno

Se tu dormi meno di 8 ore a notte questo può portarti a mangiare più calorie.

Si può quindi eliminare la dipendenza allo zucchero. Qualche volta si può mangiare un gelato, l’importante è prendere coscienza del problema e sapersi controllare.

Approfondisci

I 7 errori da non fare sulla salute del cuore e come evitarli

i 7 peggiori erroriQuanto conosci sulla salute del cuore?

Vi sono piccole cose che bisogna conoscere su questo organo affascinante, il cuore, per conservarlo forte. Sebbene molte informazioni sono note, altre sono poco conosciute e potrebbero essere di aiuto. Basandomi su questi dati voglio comunicare alcune raccomandazioni per un cuore sano.

Vi sono sette errori principali che bisogna evitare per conservare un cuore forte e valido:

  1. Non conosci di quanto esercizio il tuo corpo ha bisogno

Quanti minuti di esercizio fai ogni settimana? Molti di noi fanno circa 30 minuti di esercizi a settimana che è un buon inizio. Comunque molti esperti raccomandano moderato esercizio aerobico per almeno due ore e mezzo ogni settimana. Soltanto il 20% degli italiani conosce questa necessità e di questi il 40% fa meno esercizi di quanto potrebbe fare.esercizio_aerobico

Tutti i tipi di esercizio aiutano il tuo cuore – salire le scale invece di prendere l’ascensore, camminare svelto intorno al tuo quartiere.

Il più piccolo cambiamento che tu puoi fare per migliorare il tuo cuore è iniziare a camminare.

Tutte le persone di qualsiasi tipo, peso, età possono trarre beneficio dall’essere fisicamente attive.

Fare qualche tipo di esercizio è sempre meglio per il tuo cuore che non fare nulla.

  1. La routine giornaliera ‘’ti impedisce’’ di fare esercizi regolari

Accade a ciascuno di noi: si è stanchi o molto occupati quindi non si fanno gli esercizi come si dovrebbe. Ma se tu sei forte e in forma il tuo cuore e il tuo corpo ti ringrazieranno. Bisogna combattere contro questi ostacoli che sono molto comuni e riferiti dalle persone che non fanno esercizio: doveri per il lavoro, doveri verso la famiglia e gli amici oppure ci si sente stanchi.

  1. Non hai un piano preciso per ridurre il peso

Il 51% degli italiani fa esercizi per ridurre o mantenere il peso, ma molti non hanno le idee chiare su come questo avviene. Ricordati che bisogna togliere almeno 500kcal dalla dieta per poter perdere 500g a settimana.

  1. i 7 peggiori erroriSe hai una malattia cardiaca, non utilizzi i vantaggi della riabilitazione

La riabilitazione cardiaca ha tanti benefici. Può ridurre la malattia cardiaca, alcuni esperti stimano che solo il 13% dei pazienti cardiopatici e che necessitano di riabilitazione cardiaca, la utilizzano. La riabilitazione è molto utile dopo un infarto, chirurgia cardiaca, angina cronica, scompenso cardiaco e stenting.

  1. Non fai abbastanza esercizi se hai una malattia cardiaca

Di quanto esercizio tu hai bisogno se hai una malattia cardiaca? La risposta è 2,30 h a settimana –lo stesso tempo di ogni adulto sano. Soltanto 1/3 degli italiani sa questo. Molte persone pensano invece che chi ha avuto una malattia cardiaca non debba fare esercizi.

I benefici sulla salute del cuore dell’attività fisica sono maggiori del rischio che possano far male.

Per abbassare la pressione arteriosa e il colesterolo bastano 40 min di moderato esercizio aerobico come camminare, fare jogging, nuotare, andare in bici 3-4 volte a settimana.

  1. Non sai quanto la tecnologia può fare per rafforzare l’organismo e il tuo cuorei 7 peggiori errori

Non è una necessità ma se tu monitorizzi il tuo cuore mentre fai gli esercizi o usi una app per l’allenamento, questa ti può aiutare a modulare lo sforzo e a spingerti appropriatamente. Soltanto l’11% degli italiani che fanno esercizi settimanali monitorizzano la frequenza cardiaca durante l’esercizio su una app di allenamento sul telefonino o sul tablet.

  1. Rimandi uno stress test nonostante hai il colesterolo elevato da molto tempo

In generale le persone fanno uno stress test quando hanno dei sintomi cardiaci, mentre sarebbe utile farlo quando si ha il colesterolo alto da diverso tempo.

Approfondisci