Orari d'apertura : Lun-Ven 8:00/12:30 - 15:00/20:00
  Contatti : 0883 59 48 50 - 329 4166249

Archive for settembre 2015

La velocità di invecchiamento varia da persona a persona.

invecchiamento-cutaneo-400x300

Imparare ad invecchiare bene è molto importante perché l’età biologica può essere molto diversa dell’età scritta sulla carta d’identità  a seconda del nostro comportamento. Sono state osservate più di mille persone nate fra 1972/73. Il gruppo è stato seguito ed esaminato periodicamente dalla nascita fino al 38esimo compleanno. L’attenzione si è focalizzata intorno all’età di 26 anni.  Sono stati confrontati 18 marcatori fisiologici rilevati ogni 6 anni (Pressione arteriosa, colesterolo, trigliceridi, glicemia, condizione vascolare della retina, la capacità cognitiva, l’equilibrio, la funzionalità cardio-respiratoria, il grado di obesità, …).  Così è stato possibile ricavare la velocità di invecchiamento di ciascun individuo e l’età biologica di ogni 38enne.  Ne è risultato che  in media i “campioni” erano invecchiati di 1,2 anni all’anno. Ma non tutti. Per qualcuno ogni anno  corrispondeva a tre anni , per qualche altro il tempo scorreva velocemente e per alcuni c’era un ringiovanimento progressivo rispetto all’anagrafe.  Quindi alla fine si è visto su questi 1000   38enni, che l’età biologica per molti si assestava  sui 40 anni, mentre per altri si distribuiva tra i 28 ai 61 anni.  Insomma ognuno era invecchiato a modo suo.

Certo il processo biologico dell’invecchiamento ha i suoi tempi stabiliti dal patrimonio genetico di ciascuno, ma su questi si accumulano vari fattori ambientali e di comportamento individuale che poi determinano la velocità dell’invecchiamento.  Questa infatti è variabile, rallenta o accelera e dipende da come stiamo vivendo.  Le regole sono semplici, non ci sono formule magiche. Il segreto è impegnarsi giorno per giorno mangiando correttamente , praticando attività fisica , tenendo a bada lo stress. Per uno stile di vita anti-aging occorre disciplina e rigore. Il premio può essere  aggiungere 21 anni di vita produttiva!  Secondo me conviene provare.

Approfondisci

Il tuo cuore può essere più vecchio della tua età.

L’età del tuo certificato di nascita non corrisponde a quella degli organi più importanti del tuo corpo. La pressione arteriosa elevata, l’obesità, la vita sedentaria, l’abitudine al fumo e il diabete aumentano  l’età  del cuore e del cervello. Una dieta ricca di zuccheri e di grassi o troppo calorica provoca effetti simili.

10 milioni  il numero di  italiani che hanno un cuore con l’età di cinque anni o più, superiore all’età cronologica e quindi a rischio di infarto.

8 anni è  mediamente l’età del cuore di un uomo, maggiore dell’età biologica mentre  per le donne la differenza è di cinque anni.

72% degli eventi cardiaci come infarto ed ischemia sono dovuti ai fattori di rischio che aumentano l’età del cuore.

Approfondisci