Orari d'apertura : Lun-Ven 8:00/12:30 - 15:00/20:00
  Contatti : 0883 59 48 50 - 329 4166249

Archive for marzo 2015

Alcune cose da conoscere sulle vene.

varici

Vi sono molte dicerie sulle vene e molte informazioni non corrette. Conviene puntualizzare  alcune piccole cose:

Approfondisci

Trattamento della sclerosi multipla con intervento di venoplastica secondo Zamboni.

Nel 2009 il Prof. Paolo Zamboni scoprì una probabile  associazione tra sclerosi multipla e una  stenosi  o restringimento delle vene di deflusso  extracraniche , osservate con l’ecodoppler  .

Chiamo’ questo restringimento o difficoltà di reflusso delle vene , insufficienza venosa cronica cerebrospinale(CCSVI) .   Propose così  un intervento endovascolare per la CCSVI che eseguì in 65 pazienti  affetti da sclerosi multipla (SM) con follow-up di 18 mesi post-intervento.

Successivamente dal  2009, quasi 30000 pazienti affetti da SM sono stati operati nel mondo .

Tutti questi pazienti sono stati operati da gruppi diversi,  senza essere inquadrati  in un Trial per verificare la reale efficacia della procedura chirurgica.

Praticamente avveniva così:  molti medici venuti a conoscenza della procedura di Zamboni, operavano pazienti affetti da sclerosi multipla senza mai riferire il risultato della procedura né i criteri di selezione dei pazienti  operati. Così, di tutto questo gruppo di pazienti già trattati non si sa quanti stanno meglio e quanti non hanno avuto alcun miglioramento.  Una massa enorme di informazioni è andata persa perché

Approfondisci

L’aspirina può ridurre il rischio di recidive del tromboembolismo venoso.

chiama oggi stesso per un appuntamento

L’ aspirina ha tanti effetti positivi: antipiretico e antinfiammatorio  a dosaggi di 300-500 mg.

L’effetto più utile dell’aspirina è tuttaaspirinavia quello antiaggregante piastrinico  che si manifesta quando viene assunta a bassi dosaggi (cardioaspirina , cardirene).   Questo farmaco trova un largo impiego nella  prevenzione  delle malattie trombotiche, quindi dell’infarto e dell’ictus cerebrale ( dosi di assunzione – 1 compressa al giorno).      La cardioaspirina  agisce inibendo l’aggregazione piastrinica per 7/8 giorni ( è il tempo di vita media delle piastrine),  ciò  spiega l’utilizzo nella profilassi delle trombosi.

Nello studio INSPIRE ( international collaboration of aspirin trials for recurrent venous thromboembolism) i ricercatori hanno visto che l’aspirina riduce il rischio di tromboembolismo del 42%. Nella trombosi venosa profonda (TVP)  il trattamento con Coumadin  o i nuovi anticoagulanti orali viene continuato per 6/12  mesi come prevenzione della formazione di nuovi coaguli, comunque questi pazienti continuano successivamente ad essere a rischio. Infatti, in uno studio su 1224 pazienti, 193 hanno avuto un tromboembolismo venoso recidivante  in un follow-up di 30 mesi.

L’aspirina ha dimostrato di ridurre le recidive di tromboembolismo venoso del 7,5% per anno. La frequenza dell’emorragia è molto bassa: 0,5% per anno per l’aspirina e 0,4% per anno per il placebo . L’aspirina non richiede esami  di laboratorio ed è associata ad una incidenza di emorragie 10aspirina volte più bassa degli anticoagulanti orali. Sono convinto che ci sia  un’ alternativa valida ed efficace per la prevenzione del tromboembolismo venoso dopo i 6-12 mesi di trattamento anticoagulante.  Sicuramente non si può dare l’aspirina al posto degli anticoagulanti orali ma si deve dare dopo che si conclude il trattamento anticoagulante o nei pazienti dove il trattamento anticoagulante no è fattibile. L’aspirina costa pochissimo, si ottiene facilmente ed è familiare ai pazienti in tutto il mondo. Gli studi INSPIRE e WARFASA dimostrano che l’aspirina riduce  più del 40% gli episodi di tromboembolismo venoso; è sicura ed efficace.

Sebbene non  riduce le recidive di tromboembolismo venoso allo stesso modo del Coumadin o di altri anticoagulanti, tuttavia essa va data a tutti i pazienti che devono sospendere la terapia anticoagulante  o non sono adatti a questo tipo di terapia.

Chiama OGGI, per un appuntamento nello STESSO GIORNO allo 0883 594850 oppure il 347 3903801.
Per chi ha difficoltà a raggiungerci, previo accordo, c’è un servizio di trasporto con il nostro autista.

 

Approfondisci