Orari d'apertura : Lun-Ven 8:00/12:30 - 15:00/20:00
  Contatti : 0883 59 48 50 - 329 4166249

Archive for dicembre 2013

Il laser endovenoso nel trattamento delle varici.

La chirurgia convenzionale è stata per molto tempo il trattamento principale delle varici degli arti inferiori quando c’era un insufficienza della safena interna.      Essa comportava una legatura della crosse safeno-femorale o safeno-poplitea associata a stripping del tronco della safena.

Approfondisci

La scleroterapia.

Perché  la scleroterapia è così popolare?

Perché  quasi tutte le vene delle gambe possono essere trattate con la scleroterapia. Esse infatti, è il trattamento di scelta per varicosità e per le teleangectasie. Inoltre, la scleroterapia con schiuma è comparabile alla chirurgia standard nel trattamento dell’insufficienza della safena interna di grado elevato.

Approfondisci

Flebectomia

Questa tecnica è stata messa a punto dal Dr. Robert Muller, un dermatologo di Neuchatel in Svizzera. La procedura, sebbene rivoluzionaria, fu all’inizio sottovalutata dai chirurghi vascolari del tempo che ritenevano fosse soltanto lo stripping della safena, la  terapia giusta per le varici.

Successivamente la flebectomia ambulatoriale è stata adottata da molti chirurghi che praticavano lo stripping della safena ed eseguivano poi una serie di flebectomie per completare la procedura. Oggi la flebectomia secondo Muller si esegue con strumenti molto semplici: i crochet , due pinze di Halstaedt di 12 cm, una forbice. La preparazione del paziente è molto semplice e non c’è bisogno di interrompere alcuna terapia.In sala operatoria, dopo la disinfezione dell’arto pratico l’anestesia locale con una soluzione costituita da xilocaina, adrenalina e bicarbonato (anestesia per tumescenza). Allorchè l’anestesia ha raggiunto la sua efficacia, eseguo delle piccole incisioni sul decorso delle vene e attraverso queste estraggo i segmenti di vena.

Terminata la procedura è posta una fasciatura multistrato che il paziente terrà per 4-5 giorni. Preferisco eseguire questa procedura in sala operatoria e, sebbene il paziente ha solo un’anestesia locale, lo monitorizzo con ECG e pressione arteriosa. I risultati sono straordinari;  non ci sono varici residue perché queste sono tolte in qualsiasi sede. In contemporanea uso la scleroterapia per le teleangectasie. La  tecnica è molto utile in alcuni territori:  grossaddio_verruchee vene al dorso della mano e grosse vene al dorso del piede. Il conforto del paziente è notevole perché non c’è  dolore. Ho operato pazienti con più di 80 anni e non ho mai avuto complicanze infettive o rottura di vasi linfatici o lesioni dei nervi della gamba, queste ultime complicanze molto frequenti nello stripping. Nelle sedi d’incisione non si mettono punti di sutura e dopo quattro giorni i pazienti possono indossare una calza elastica che terranno per circa un mese.

 

 

 

tel/fax. 0883 594850

email       francesco.pollice@tiscali.it 

sito web   WWW.VEINCLINIC.IT

blog  WWW.FRANCESCOPOLLICE.COM

Approfondisci

Trattamento delle varici di grosse dimensioni con la schiuma sclerosante.

I pazienti che presentano ectasie venose molto grandi o aneurismi sacciformi del tronco della safena o noduli varicosi di grosse dimensioni, possono essere sottoposti a trattamento con schiuma sclerosante e bendaggio dell’arto, allo scopo di ridurre completamente il lume della vena.

Tutti i pazienti, alla fine della seconda o terza seduta del trattamento presentano  una riduzione di calibro e un occlusione dell’ 80-90% con eliminazione completa di reflusso venoso all’eco-color-doppler.

Approfondisci